Tenere meconio a chi?

A Dicembre 2016 una delle mie più grandi amiche ha partorito la sua prima bambina.

Ero eccitatissima, anche perché la pupa si è fatta attendere fino all’ultimo (al tempo ero ignara di cosa significasse ricevere ogni 3,4 minuti un sms con la domanda “Alloraaaaa??E’ nataaaaa??” e pensare sistematicamente “Se fosse nata lo sapresti, mamma, perchè mi staresti cucinando qualcosa di commestibile mentre io cerco di ficcare un capezzolo in bocca ad una pallina di frigna”).

Incurante del fatto che la madre avesse appena attraversato qualche ora di travaglio (anche di questo al tempo ero completamente ignara, altrimenti credo mi sarei fatta chiudere le tube di Falloppio), mi sono recata in ospedale LA SERA STESSA (ripeto, ero ignara).

Ho abbracciato la mia amica (tornassi indietro arriverei con un microfono, un palco e un occhio di bue e le canterei “Sei un miiiitooooo, sei un miiitoooo”, come ogni donna nel momento del post parto meriterebbe) e ho guardato da lontano quel piccolo fagottino di amore rannicchiato nella sua fredda culla di ospedale, con il suo bel cappellino e le muffoline alle mani, la sua tutina bianca e la copertina più morbida che ci fosse e……..alzo lo sguardo e leggo una targhetta con scritto sopra “TENERE MECONIO”.

Abbasso di nuovo lo sguardo sul piccolo tortellino ripieno di dolcezza, spaventata da quanto potesse essere piccolo un essere umano, ma poi la mia instancabile curiosità mi spinge a fare la fatidica domanda (è chiaro che il tema ricorrente del post sia “la mia ignoranza in materia”): “ma, amica, cosa significa TENERE MECONIO?” e lei mi risponde, gonfia di tutte le informazioni raccolte durante la gestazione: “ah niente, significa “tenere da parte il primo pannolino che conterrà la cacca della piccola””.

Momento di silenzio.

“Ah.”

Dentro di me in quel momento si sono scatenate diverse emozioni, ma una serie di reazioni portava verso una sola grande idea: macheschifotiparecheiomimettoaconservarelacaccacollosadiunesserechepernovemesihamangiatoparticelledichissàchecosaeoramaseifuori?

Esattamente: ho pensato tutte queste cose in una frazione di secondo e mi sono richiusa alle spalle la porta della stanza di ospedale per tornare con l’auto verso la casetta di una coppia di innamorati in erba, senza sapere che mi ero chiusa alle spalle uno dei momenti di gioia più grande nella vita di due persone.

Io e il mio morosetto abbiamo cenato, abbiamo guardato un film e siamo andati a dormire (per la verità questo ricordo è un po’ sfocato ma potrebbe essere andata così) e, due mesi dopo da questa sera, il test di gravidanza era positivo.

E ho consegnato con grande fierezza il meconio di Bianca 41 settimane + 5 giorni dopo. Improvvisamente, non mi faceva più schifo.

____________________________________________________________________________________________

“Keep meconium to whom?”

In December 2016 one of my closest friend gave birth to her first child.

I was very excited, also because the baby has been waiting until the last (at the time I was unaware of what it meant to receive every 3.4 minutes a text message with the question “Soooooo ?? Did you give birth???” and systematically thinking “If it were born you would know, mom, because you would be cooking something edible while I try to stick a nipple in the mouth of a ball of frilly “).

Oblivious of the fact that the mother had just gone through a few hours of labor (even at this time I was completely unaware, otherwise I think I would have had the fallopian tubes closed), I went to the hospital THAT VERY EVENING (I repeat, I was unaware).

I hugged my friend (if I could come back I would arrive with a microphone, a stage and a bull’s-eye and I would sing “You’re a myyythhh, you’re a myyythhh”, like every woman in the post-delivery deserves) and I watched from a distance that small bundle of love huddled in her cold hospital cradle, with her beautiful hat and muffles in his hands, his white onesie and the softer cover there was and …….. I look up and read a plate with writing on “KEEP MECONIUM”.

I look down again at the little tortellini filled with sweetness, frightened by how small a human being could be, but then my untiring curiosity pushes me to make the fateful question (it is clear that the recurring theme of the post is “my ignorance in matter “):” but, friend, what it means to KEEP MECONIUM? “and she answers me, swollen with all the information collected during the pregnancy: “oh nothing, it means to keep aside the first diaper that will contain the baby’s poop “.

Moment of silence.

“Oh.”

At that moment, different emotions were unleashed within me, but a series of reactions that led to one great idea: buthowdisgustingdoyouthinkI’mgoingtokeepthestickypoopofabeingwhoforninemonthshaseatenparticlesofwhoknowswhatandnowbuthaveyoulostyourmind?

Exactly: I thought about all these things in a fraction of a second and I closed the door of the hospital room behind me to go back to the house of a couple of budding lovers, without knowing that I had closed behind me one moments of greatest joy in the lives of two people.

My sweetheart and I had dinner, we watched a movie and went to sleep (in truth this memory is a bit ‘fuzzy but it could have gone like that) and, two months later from that evening, the pregnancy test was positive.

And I delivered the meconium of Bianca with great pride 41 weeks + 5 days later. Suddenly, it no longer disgusted me.

8 pensieri riguardo “Tenere meconio a chi?

  1. Dovremmo fare un esposto all’ospedale di borgo Trento perché metta quel cartellino da qualche altra parte… ma ti pare possibile che nelle prime foto di tutti i nostri figli ci sia onnipresente quella scritta?!? 😂😂😂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...